• 18 Settembre 2021

Noi CSIamo…

DiCsi Staff

Giu 10, 2021

Continua il nostro impegno editoriale targato CSI Potenza con la rubrica settimanale intitolata: “Oggi diamo voce a…”. L’obiettivo dell’iniziativa è di far conoscere le nostre società sportive che con noi condividono gli stessi valori e di diffondere il loro progetto associativo promuovendo lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale.

La quarta “Voce” che si racconta è quella di Giovanni Giugliano, referente dell’ ASD EOS POTENZA.

11 anni di attività, 150 iscritti e circa 9  professionisti qualificati tra tecnici federali,  istruttori di attività motorie, professori di educazione fisica e laureati in Scienze Motorie. Questo e tanto altro è ASD EOS POTENZA.

Come nasce la vostra associazione?

Nasciamo nel 2010 anche e soprattutto per volontà del compianto Donato Sabia. Noi lavoriamo per portare avanti ed emergere nel campo dell’atletica leggera nella nostra regione, la Basilicata.

Qual è la vostra missione?

Ci occupiamo della diffusione della pratica sportiva in generale ma facciamo prioritariamente atletica leggera.

Qual è la vostra esperienza con il CSI?

Noi ci siamo associati al Centro Sportivo Italiano nel 2015/2016 con il quale abbiamo messo in atto un bellissimo ed entusiasmante progetto scolastico multidisciplinare con il Potenza III Circolo dal titolo “Datti una mossa”, iniziativa riservata ai soli alunni della scuola. Abbiamo così realizzato attività di pallavolo, arti marziali, danza, atletica leggera, le stesse ripetute in numerosi Summer Camp sempre in sinergja con il CSI tenendo sempre presente che l’attività sportiva è un mezzo per educare e socializzare.

Chi sono i vostri associati?

I nostri associati vanno dai 6 anni in su, iniziando con attività motoria di base. Anche quest’anno, inoltre, abbiamo avviato attività di psicomotricità per i più piccoli, dai due anni in poi, per avviarli a quella che sarà la disciplina dell’atletica leggera e settori agonistici.

Qual è lo spirito della vostra associazione?

Conoscere, includere e confrontarsi. Lo sport libera tutti, la vera sinergia è quella che si crea unendo le forze e integrandosi con altre realtà sul territorio.

Progetti nel futuro?

Noi ci auguriamo di continuare e muoverci sinergicamente con il CSI stabilizzando i numeri che abbiamo avuto in passato, incrementando la struttura e consolidando i nostri servizi.

Qual è il vostro motto?

L’importante è continuare a correre.  Questo è il nostro motto ed è ancora più forte ora che purtroppo il nostro amato Donato ci ha lasciati.