• 29 Novembre 2021

chi siamo

Cos’è il CSI

Il Centro Sportivo Italiano è un’associazione senza scopo di lucro, fondata sul volontariato, che promuove lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla visione cristiana dell’uomo e della storia nel servizio alle persone e al territorio. Tra le più antiche associazione di promozione sportiva del nostro Paese, il CSI risponde ad una domanda di sport non solo numerica ma qualificata sul piano culturale, umano e sociale. Da sempre i giovani costituiscono il suo principale punto di riferimento, anche se le attività sportive promosse sono rivolte ad ogni fascia di età. Educare attraverso lo sport è la missione del Centro Sportivo Italiano. Questo è ormai consolidato nella prassi e nella coscienza dell’associazione a tutti i livelli. Lo sport inteso dal CSI può anche essere uno strumento di prevenzione verso alcune particolari patologie sociali quali la solitudine, le paure, i timori, i dubbi, le devianze dei più giovani. Un’attività sportiva organizzata, continuativa, seria, promossa da educatori, allenatori, arbitri, dirigenti consapevoli del proprio “mandato” educativo, infatti, aiuta i giovani ad andare oltre, ad abbandonare gli egoismi e ad affrontare la strada della condivisione, della sperimentazione del limite, della conoscenza di sé. Proprio per questo, il CSI prevede un’articolazione della proposta sportiva nel rispetto delle età e dei bisogni di ciascun atleta, permettendogli in tal modo di scoprire il meglio di sé, di imparare a conoscere il proprio corpo, a valorizzarlo, a stimarlo.

Riconoscimenti

Il CSI è un Ente di promozione sportiva diffuso su tutto il territorio nazionale riconosciuto dal CONI. È riconosciuto dal Comitato Italiano Paralimpico quale Organizzazione Promozionale al movimento paralimpico. È riconosciuto dalla Conferenza Episcopale Italiana come associazione di ispirazione cristiana. È riconosciuto dal Ministero dell’Interno quale Ente nazionale con finalità assistenziali. È iscritto al registro nazionale delle Associazione di Promozione Sociale, riconosciuto dal Ministero della Solidarietà sociale. È riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione quale ente accreditato per la formazione del personale della scuola. Con lo stesso Ministero ha stipulato un Protocollo d’Intesa per l’organizzazione e la promozione di azioni di sensibilizzazione e di informazione rivolte a studenti, docenti e genitori sul valore della pratica sportiva, nonché di percorsi di formazione, aggiornamento e occasioni di incontro per docenti e genitori. Ha un protocollo d’Intesa con il Ministero della Giustizia per la promozione di attività di  reinserimento e inclusione sociale destinate ai minori gravitanti nell’area penale esterna. Ha un protocollo d’Intesa con il Ministero della Salute  per promuovere e facilitare l’assunzione di abitudini salutari da parte della popolazione nell’ottica della prevenzione delle principali patologie croniche. È ente accreditato in seconda classe dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile per la gestione dei progetti di servizio civile volontario. Il CSI ha stipulato un protocollo d’intesa con il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria per la realizzazione di attività motorio-sportive in favore dei soggetti in esecuzione di pena detentiva. Fa parte della Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali (Cnal). Il CSI fa parte dell’alleanza Crescere al sud, per la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nelle regioni del sud Italia e, in questa prospettiva, aderisce anche al gruppo CRC per il monitoraggio dell’attuazione della carta dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia. Aderisce al Forum permanente del Terzo settore, al Forum nazionale dei Giovani e ha firmato convenzioni di collaborazione con l’Associazione Italiana Genitori.

Il CSI Comitato di Potenza

Il CSI Comitato di Potenza è una delle 139 sedi territoriali. Commissariato per un ventennio senza riuscire a far ripartire l’attività nel capoluogo, nel 2012 grazie ad un gruppo di amici riparte lo storico comitato potentino. Il 23 gennaio 2015 ufficialmente nasce il Comitato Provinciale di Potenza con 14 società affiliate e 250 tesserati. Finalmente è una realtà viva ed operante come quelle di Matera e di Melfi. Il neo Comitato di Potenza da subito ha coinvolto le istituzioni e le agenzie educative della città, Scuole, Parrocchie, Associazioni e Famiglie, per giocare fino in fondo la “partita educativa” per i tanti bambini e giovani. Per il Comitato di Potenza l’aspetto formativo va di pari passo con lo sviluppo dell’attività sportiva, pertanto in questi anni sono stati organizzati seminari tematici, corsi di formazione e vari incontri formativi. Diverse le attività che il Comitato porta avanti: da quelle propriamente sportive come pallavolo, calcio, ciclismo, atletica leggera, tennistavolo, alla danza, all’attività oratoriale ed ai progetti scolasticiSpeciale attenzione è rivolta all’attività oratoriale: 6 sono le parrocchie affiliate e 5 i progetti scolastici attualmente in corso (I.C. Balvano, I.C. Tolve, Potenza I.C. La Vista, Potenza Scuola Rodari Bucaletto). Questi ultimi si propongono di incrementare l’attività sportiva riservata ai preadolescenti. I progetti sono sviluppati in collaborazione con le amministrazioni locali, la scuola e le famiglie, una sinergia che ha consentito, con una modica spesa annuale anche alle famiglie in condizioni di disagio economico e sociale di poter fruire della pratica sportiva. Tra le società particolare attenzione è altresì rivolta agli atleti diversamente abili con l’affiliazione della Società Filippide Potentina impegnata a promuovere attività sportiva a ragazzi autistici e quella dei Silenziosi Potenza squadra di calcio a 5 dei sordi. Dietro i traguardi raggiunti dal Csi di Potenza in questi anni si cela la passione e l’impegno di chi opera dietro le quinte e avverte la responsabilità di trasmettere attraverso lo sport il messaggio principe del CSI: non si tratta soltanto di occupare un campetto o una palestra, ma di avviare processi educativi che si sviluppino nei mesi e negli anni: si semina non per produrre campioni, pur se il CSI ne ha visti nascere tanti, ma per veder sbocciare persone. L’approdo allo sport proposto dal CSI dunque mette al centro e valorizza l’uomo nella sua completezza e, offrendogli strumenti per arricchire la propria personalità e i rapporti con gli altri, concorre ad un progetto di più vasta portata che è quello di formare cittadini maturi e consapevoli, costruttori di una società a misura d’uomo.

Educare attraverso lo sport” per il CSI di Potenza non è solo uno slogan, ma la proposta concreta di uno sport per tutti che costituisca per i suoi protagonisti reale occasione di crescita personale e di miglioramento della qualità della vita, momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla visione cristiana, strumento di prevenzione verso alcune particolari patologie sociali dei giovani e meno giovani. Il Comitato Provinciale CSI di Potenza ha dato negli ultimi anni una forte spinta propulsiva a questo concetto, promuovendo su più fronti un’attività sportiva organizzata e continuativa.

Report iscrizioni